I NOSTRI VALORI

mondo salvezza mani

"Attenzione a ciò che è più prezioso.
Ciò che è più prezioso, sostiene la nostra vita
la eleva e la conduce"
                                        Rolando Toro Araneda
                                  





Fin dalla sua costituzione, nel 2000, la Scuola di Biodanza di Torino ha avuto una vocazione comunitaria: la Direzione non è mai stata impostata solo su una figura di riferimento ma è sempre stata affidata ad almeno due didatti di Biodanza che hanno curato la formazione insieme a diversi didatti con una lunga esperienza di conduzione di gruppi di Biodanza.

La formazione basata sulla collaborazione di un vero e proprio “gruppo di lavoro” permette di offrire all’allievo diverse modalità di “incorporare” e proporre la Biodanza: infatti, pur nell’unità del metodo, ogni didatta ha il suo modo personale di condurre, coerente con la sua identità, le sue competenze e le sue predisposizioni naturali. Questa diversità è una ricchezza che la Scuola di Biodanza di Torino vuole continuare a preservare.

Inoltre, il team di formazione così strutturato che si avvale anche della collaborazione dei tutor che seguono gli allievi nei corsi settimanali, permette di curare con impegno e in maniera consistente sia la preparazione teorica e metodologica sia quella relazionale-umana  degli allievi.


La Scuola di Biodanza di Torino riconosce le funzioni dell'Assessorato alla Metodologia per realizzare un legame forte con l’origine della Biodanza e con il suo ideatore senza tralasciare i continui sviluppi delle scienze e della ricerca che potranno così essere utili apporti alla Biodanza, mantenendo la sua missione Biocentrica. Quindi valorizzare la continuità con il passato e con l’esperienza , ma anche un’evoluzione del sistema coerente, in modo da continuare a garantire l’efficacia del metodo di Biodanza.


La Scuola di Biodanza di Torino
assume una vocazione all'azione sociale: fin dalla sua nascita la Biodanza ha avuto un orientamento verso il sociale. Negli anni Biodanza si è dimostrata un efficace strumento di intervento pedagogico: per questo motivo si intende potenziare la collaborazione tra gli operatori di Biodanza e le istituzioni scolastiche, sanitarie, socio-sanitarie e socio-educative.


La Scuola di Biodanza di Torino intende
qualificare la formazione per offrire agli operatori di Biodanza la prospettiva di collaborare anche con le istituzioni offrendo un titolo legalmente valido, perseguendo la direzione di un futuro riconoscimento legale della professione di operatore di Biodanza. 
Il primo passo in questa direzione è stato il riconoscimento da parte della Regione Lombardia del titolo di Operatore di Biodanza (Legge Regionale 2/2005 “Norme in materia di discipline bio-naturali” ) che ha risvolti fruibili anche dagli operatori di Biodanza delle altre Regioni d’Italia. La finalità è prepararsi a rispondere alla Legge Nazionale 4/2013 “Disposizioni in materia di professioni non organizzate”.
Inoltre la Scuola continua sostenere gli allievi non soltanto nelle fasi del percorso formativo, ma anche successivamente, in un ottica di 
formazione permanente caratterizzata dalla condivisione e dal confronto delle professionalità.


La Scuola di Biodanza di Torino sceglie un'
organizzazione che si avvii verso una gestione sempre più partecipativa ispirandosi a principi comunitari.


La Scuola di Biodanza di Torino ha un profondo
rispetto dei differenti punti di vista, mettendo al centro i valori etici e affettivi. E' consapevole di essere una delle proposte presenti nel panorama dell’odierna complessità quindi è aperta al confronto nella reciprocità del rispetto della diversità che si attua attraverso la cura della comunicazione.

La decisione di affiliazione della Scuola di Biodanza di Torino alla Cooperativa Sociale Scuolatoro è stata presa per ribadire le suddette finalità e valori e per far parte di una rete di Scuole affini (denominate Scuole SRTA).

Codice deontologico dell' AIPOB Associazione Internazionale Professionale Operatori di Biodanza.